Dettaglio blog

  1. Home
  2. Dettaglio blog

Appello penale inammissibile se non individua l'errore nella sentenza impugnata e la sua incidenza (Cass. 30760/2019)

Il requisito della specificità dei motivi di appello, richiesto dall'art.  581, cod. proc. pen., come sostituito dalla legge 23 giugno 2017, n. 103, è soddisfatto se l'atto individua il punto che intende devolvere alla cognizione del giudice, enucleandolo con specifico riferimento alla motivazione della sentenza impugnata e precisando tanto i motivi di dissenso da quest'ultima, quanto l'oggetto della diversa deliberazione sollecitata presso il giudice del gravame (in questi termini, Sez. 5, n. 34504 del 25/05/2018, Rv. 273778). 

A seguito della riforma, invero, il giudizio di secondo grado non può avere  ad oggetto la mera rivalutazione di argomentazioni sulle quali il giudice di primo grado si sia già espresso: la necessaria specificità dei motivi comporta, infatti, che l'appello venga ormai a configurarsi come giudizio critico su punti specificamente dedotti, rappresentando una fase eventuale destinata alla individuazione di un errore della sentenza di primo grado, se esistente.

Ne consegue che, ove i motivi non siano idonei a rappresentare l'esistenza e l'incidenza di tale eventuale errore, l'atto di appello va reputato inammissibile. 

Avv. Ciro Iorio

via . C. Casalegno 1 - Aversa - (Caserta)


Altri blog

  1. Messa alla prova ed estinzione del reato. Effetti sul casellario e sulla fedina penale.
  2. Nullità della sentenza penale per omessa valutazione delle memorie difensive.
  3. Diffamazione: la scriminante della critica politica
  4. Omicidio stradale e lesioni personali stradali gravi, non è automatica la revoca della patente
  5. Il bullismo può integrare lo Stalking. Cass. 26595/2018
  6. L'offesa nella chat comune whatsapp è diffamazione. (Cass. 7904/2019).
  7. Affidamento in prova al servizio sociale e breve durata della pena da espiare (Cass. 1032/2019).
  8. Maltrattamenti in famiglia, non bastano tre episodi di violenza in un anno (Cass. 6126/2019)
  9. Diritto alla controprova senza lista testi. Si ma con limiti (Cass. 55829/2018)
  10. SORVEGLIANZA SPECIALE: TROPPO GENERICHE LE PRESCRIZIONI DI “VIVERE ONESTAMENTE” E DI “RISPETTARE LE LEGGI” (C. COST 25/2019)
  11. Videoriprese private utilizzabili nel processo penale (Cass. 39293/2018)
  12. Abusi edilizi, responsabile il direttore dei lavori per le opere eseguite in difformità dal permesso di costruire (Cass. 2833/2019)
  13. L'assoluzione per particolare tenuità del fatto (art. 131-bis c.p.).
  14. Avvocato che diserta le udienze non può impugnare la sentenza (Cass. 18060/2018)
  15. L’appello penale è ammissibile anche se lo scritto è “caotico” (Cass. 10418/2019)
  16. Lista testi e obbligo dell'indicazione delle circostanze sulle quali deve vertere l'esame testimoniale (Cass. 980/2018)
  17. Impugnazione e inammissibilità: attenzione all'art. 165-bis disp. att. c.p.p. (Circolare Cassazione 38/2019)
  18. L'esercizio del diritto di difesa può sfociare nel reato di calunnia
  19. Specificità dei motivi di appello: si, ma solo per le impugnazioni successive alle modifiche legislative (13082/2019)
  20. Non è reato installare telecamere sul muro privato, anche se riprendono zone aperte al pubblico transito (Cass. 20527/2019)
  21. Nulla la sentenza di appello che ometta di rispondere su un motivo specifico di impugnazione (14268/2019)
  22. Gratuito patrocinio senza limiti di reddito per le vittime di stalking, maltrattamenti in famiglia e violazione degli obblighi di assistenza familiare.
  23. La prescrizione si estende all'imputato non impugnante (16158/2019)
  24. Appello penale inammissibile se non individua l'errore nella sentenza impugnata e la sua incidenza (Cass. 30760/2019)
  25. Reati tributari: non è sempre reato l'omessa dichiarazione dei redditi (Cass. 31343/2019)
×